Homepage

Eventi

clicca per scaricare il volantino

 

Info e iscrizioni, BENVENUTI!
7° ed. Impronta Coraggio ® Macugnaga (VB) Verbano – Cusio – Ossola-  Piemonte  sabato 20  e domenica  21 febbraio 2016
Manifestazione a  ricordo della Tragica Ritirata dalla Campagna di Russia e per nutrire  i valori della Pace e della Solidarietà.

Come arrivare
Da Milano si imbocca la A8 in direzione Varese fino al raccordo per la A26. Proseguire sulla A26 direzione Genova - Gravellona  Toce -  S.S. 33 Sempione  fino all’uscita Piedimulera. Da Torino si imbocca la A4 in direzione Milano, per poi imboccare la A26 Gravellona Toce – S.S. 33 Sempione, fino all’uscita Piedimulera; Da Genova (270 km) o da Novara (105 km)  imboccare  la A26 direzione Gravellona Toce, poi S.S. 33 Sempione fino all’uscita Piedimulera.

Pomeriggio formativo Appuntamento con l’Umanità
Presso la Kongresshaus,  Macugnaga centro,  località Staffa ore 15 /18
Verrà spiegato il significato della corsa, cosa è stata questa guerra, alcuni insegnamenti  emersi. Verranno fornite info su come si costruisce una guerra proprio per comprendere meglio come è impostato  il nostro sistema sociale ed educativo e quindi in concreto poi, verranno forniti   i passi per costruire la Pace, perché  “La  Pace non è semplicemente assenza di guerre, di conflitti e di tensioni, si tratta di un processo continuo, che non può mai essere dato per raggiunto pienamente” (Jorge Mario Bergoglio, Papa Francesco)


Falò per la vita (da definire il luogo in base alle condizioni atmosferiche)
Verrà fatto un fuoco e ad ogni partecipante  è chiesto di portare un ‘ciocco’ di legna per tener ‘vivo’ il fuoco.
Far calore, darsi calore, energia, vita. Che cosa desidero tener vivo, dar vita, scaldare, alimentare? Il tema è quello della vita, dare energia per qualcosa  che mi sta a cuore,  alimentare  simbolicamente con il fuoco  …. Ognuno scriverà cosa desidera tener vivo.
Durante il falò l’artista Patrizia Cerulli, ci accompagnerà con canti e musiche.

Cena della Fraternità (presso La Casa Alpini De Filippi, Macugnaga località Pecetto)
Durante la Ritirata, un grande aiuto è stato dato ai nostri soldati dalla  popolazione Russa, la cena proprio per simboleggiare questo aiuto, sarà servita con un piatto locale, la pastasciutta alla Macugnaghese e due piatti  russi preparati da Lyudmjla.  La cena  verrà  ampliata da una recitazione a cura di Stefania Mella, autrice del racconto “Il  pasto della fraternità”  tratto dallo scritto di  Mario Rigoni Stern, nel suo  “Il sergente nella neve”(ricordi della ritirata di Russia):  “Io faccio un passo avanti, mi metto il fucile in spalla e mangio. Il tempo non esiste più. I soldati Russi mi guardano. Le donne mi guardano. I bambini mi guardano. Nessuno fiata.  C’è solo il rumore  del mio cucchiaio nel piatto.” La lettura verrà accompagnata dalla chitarra dell’artista Patrizia Cerulli la quale poi canterà e suonerà dei brani come    “Fischia il vento”, celebre canzone partigiana italiana su aria russa.

Pernotto
Presso la Casa Alina De filippi, Macugnaga, località Pecetto, in camere singole o più letti con colazione

La corsa sulla neve  
Mettersi in ascolto di se stessi. Affrontare ciò che si vive, trovare il coraggio di ‘correrlo’, di ‘viverlo’. La corsa può anche essere vissuta come una ‘goliardata’, un misurarsi, una prova gioiosa, ognuno la correrà a modo suo. Ma  così come molti sol­dati sono riusciti a uscire dalla “Sacca”, dall’“Accerchiamento Russo”, simbolicamente la corsa  significa riuscire ad attraversare il disagio, il dolore, affrontare i ‘problemi’,  le difficoltà che si vivono o si sono vissute, contattare se stessi, la vita in noi, per poi  andare verso  la gioia, la “Salvezza”, il “Ritornare a baita”, cioè ritornare a ‘casa’, dentro noi stessi.  Metaforicamente, ma anche concretamente, il significato è anche  riuscire a cogliere dal ‘nemico’, da un’ ostacolo,  delle opportunità, degli insegnamenti. Gli altri come risorsa e non come nemici da combattere: “La via privilegiata per la pace – per evitare che quanto accaduto nelle due guerre mondiali del secolo scorso si ripeta -  è riconoscere nell’altro,  non un nemico da combattere, ma un fratello da accogliere." (Jorge Mario Bergoglio, Papa Francesco)

La corsa consisterà  in 3 giri per un totale di 1,5 Km.: “ Uno per provare, uno per soffrire, uno per gioire” (Antonio De Marchi)

Pranzo della gioia
Sarà un’occasione di festa, di pranzo conviviale, con assaggio di Vodka. Ci sarà  la consegna  ad ogni  partecipante di  un porta chiavi raffigurante un girasole: “una realizzazione artigianale fatta con molta semplicità” da Tatiana Fontanive per  ricordare il padre Giovanni, coinvolto emotivamente dalla vicenda degli Alpini in Russia e che ha dato origine al  www.giardinodellamemoria.it  Canale d’Agordo - Belluno - Dolomiti.  Verrà  consegnato un oggetto in legno a ricordo della manifestazione  a cura del Gruppo Alpini   e una campanella in terra cotta fatta dagli alunni della scuola elementare di Macugnaga.   

Costi
Gratuita  la partecipazione al  Falò per la vita e alla corsa. L’intera manifestazione ha un costo di € 115; iscrizione entro il 7 febbraio 2016 € 100; iscrizione in coppia entro il 7 febbraio 2016  € 90 + € 90;  solo pranzo o cena € 25; pernotto € 35;  pomeriggio formativo € 30.  

Per  iscrizioni

  1. - Telefonare al 338 29 65 977  oppure mandare mai a maurizio@mauriziocavagna.it , con  nome, cognome e numero di telefono e specificare se si partecipa alla corsa e al falò;
  2. Effettuare bonifico bancario intestato a  Cavagna Maurizio, Monza, IBAN IT 36 A 02008 20700 000 10 15 16 900, causale: Corsa sulla neve [specificare  opzione];
  3. Presso l’ufficio Turistico di Macugnaga (Macugnaga Centro, località Staffa);
  4. Presso la Casa Alpina De Filippi,  Macugnaga, località Pecetto.

Da portare
Un pezzo di legno (ciocco) per ‘alimentare’ il Falò della vita;
Le motivazioni che portano a partecipare alla manifestazione, scritte o nel cuore;
Un  tessuto (felpa, maglia, pantalone, gonna, sciarpa, asciugamano, tappetino, altro) per simboleggiare l’aiuto che tante persone Russe hanno dato ai nostri soldati e che servirà per  depositare sul terreno, insieme ad altri tessuti,  prima della partenza lungo il percorso, che serviranno per dare un aiuto concreto (un sollievo, i  piedi nudi che appoggeranno in parte  sulla neve e  in parte sul tessuto) alla nostra marcia.    

maurizio@mauriziocavagna.it  Tel 338 29 65 977   www.mauriziocavagna.it

L’ idea di questo sito è nata dopo l’esperienza della I°edizione della "Corsa a Piedi nudi sulla Neve" del 2 gennaio 2010. Ecco perché in questa pagina trovate foto e parole che ricordano quella esperienza.
Poi pian piano ho aggiunto i progetti che porto avanti.
Le idee e i sogni per questo sito sono tanti; la realtà è fatta però di tante cose, in primo luogo i miei limiti, oltre alla necessità di guadagnarsi da vivere con le proprie ‘mani’.
Per questo troverete ancora parti che sono nella mia testa e nel mio cuore, ma non ancora su questo sito.
Buona visione e lettura.

prossimi Eventi

7^ edizione Impronta Coraggio

Manifestazione a ricordo della Tragica Ritirata dalla Campagna di Russia 20-21 febbraio 2016, Macugnaga (Verbano - Cusio - Ossola), Piemonte

locandina


Consulenze per migliorare il proprio benessere interiore

Gestione della separazione con figli; conflitti; gestione della rabbia; comprendere la violenza e prevenirla.

Per informazioni ed appuntamento: Monza, 338 29 65 977

IMAGINE - John Lennon

Immagina non ci sia il paradiso
Prova, è facile
Nessun inferno sotto i piedi
Sopra di noi solo il cielo
Immagina che la gente viva al presente…

Immagina non ci siano Paesi
Non è difficile
Niente per cui uccidere e morire
E nessuna religione
Immagina che tutti vivano la loro vita in Pace…

Puoi dire che sono un sognatore
Ma non sono il solo
Spero che ti unirai anche tu un giorno
E che il mondo diventi uno

Immagina un mondo senza possessi
Mi chiedo se ci riesci
Senza necessità di avidità o fame
La fratellanza tra gli uomini
Immagina tutta la gente
Condividere il mondo intero..

Puoi dire che sono un sognatore
Ma non sono il solo
Spero che ti unirai anche tu un giorno

E che il mondo diventi uno.